La parrocchia … grande vivacità pur senza fare troppo rumore  

Osservando con un occhio attento, la nostra parrocchia sembra un alveare – con la regina madre in centro, sempre presente, l’unico garante della sussistenza dell’alveare, e senza la quale non c’è vitalità e l’esistenza stessa dell’alveare. La regina madre è la nostra madonna, Maria Speranza Nostra, ma è soprattutto nostro Signore Gesù Cristo, RE dell’universo, come l’abbiamo solennemente celebrato nell’ultima domenica dell’anno liturgico.Le api sono tutti i parrocchiani, missionari e religiose che vanno e vengono laboriosamente nelle diverse mansioni.

L’alveare infatti è il laboratorio dove le api, in collaborazione e in armonia trasformano la realtà e offrono qualcosa di dolce in un mondo troppo amaro.

Il miele è il loro prodotto-simbolo e accanto la cera d’api, pappa reale, propoli, polline insieme ad altri prodotti di un orto di erbe officinali estratti di erbe, oggetti e giocattoli costruiti con materiale riciclato. Impegnati nella catechesi, nell’accoglienza, nella carità, nella liturgia, nella formazione cristiana e accademica, nel mondo giovanile, la nostra parrocchia nelle sue tante articolazioni, esprime una grande vivacità pur senza fare troppo rumore. Tutti, operando con grande diversità di stile, non dovrebbero mai essere in polemica o in contrasto gli uni con gli altri.

Basta osservare; già verso le 07,00 le maestre e il personale della nostra scuola materna iniziano a entrare, seguiti dai tanti bambini accompagnati dai loro genitori e nonni e accolti amorevolmente sia dalle maestre che dalle nostre suore per iniziare la loro giornata scolastica.

Il centro di ascolto che il martedì e il giovedì è popolata da persone bisognose in cerca di una parola, di un gesto di consolazione, le nostre ragazze della casa speranza, gestita in un modo competente e dignitoso dall’associazione CISV.

CORO DEL SABATO

Anche loro, come delle piccole api vanno e vengono dalla scuola, dalle attività loro preposti anche a beneficio del nostro quartiere. Inutile parlare dei tanti volontari, alcuni dei quale sono già presenti in parrocchia dalle nove per la manutenzione, organizzazione di alcuni settori impegnativi della parrocchia, per esempio la segreteria.

L’apice delle attività del nostro alveare è nei pomeriggi e sera, e soprattutto nei sabati e domenica quando il Signore ci “convoca” per la trasmissione della parola attraverso la catechesi, la formazione e attività dei gruppi soprattutto giovanili, la celebrazione dell’eucaristia e dei sacramenti, con il contributo prezioso e competente dei nostri cori che animano le nostre celebrazioni così ben vissute.

CORO DELLA DOMENICA

Quest’anno, come abbiamo segnalato durante gli avvisi, abbiamo un gruppo nutrito di bambini che hanno chiesto di essere affiancati nel loro percorso scolastico, con il dopo scuola.

Un servizio importantissimo di promozione umana per mettere le basi accademiche e umane per i nostri bambini più fragili. Un grazie particolare ai volontari che si sono resi disponibili per questo importante servizio. È composto da giovani e adulti che tutti i martedì e giovedì si immergono in questo mare di bambini spesso caotici per cercare di mettere un pò di ordine alle loro idee.

Momento importante per la nostra comunità in questo mese è stato il conferimento della cresima per i nostri 20 ragazzi dal vicario generale della nostra diocesi mons. Walter Danna in una celebrazione bella e raccolta.

Ci ha ricordato il dono grande dello Spirito santo e l’amore fraterno che dovrebbe regnare tra i seguaci di Cristo.

Il mese di novembre, come da sempre, è stato caratterizzato fortemente da ricordi, preghiera e nostalgia per i nostri cari che hanno già oltrepassato la soglia dell’eternità. “Il Signore ci insegna ad avere più paura di una vita sbagliata che della morte. A temere di più una vita vuota e inutile che non l’ultima frontiera che un giorno dovremo oltrepassare.

Con queste parole del padre generale dei missionari della Consolata, la veglia per i defunti insieme alle messe offerte per loro ci hanno fatto dire con sant’Agostino: “Signore, non ci lamentiamo che c’è li hai tolti, ma piuttosto ti ringraziamo perchè c’è li hai doti”.Ancora una volta, nell’adorazione comunitaria della domenica pomeriggio, sempre all’insegna delle parole di padre Stefano Camerlengo, abbiamo colto la sfida che “ogni nostro fratello defunto ci ricorda che vale la pena perseverare e “giocarsi” la vita per la missione di Dio. ecco, giocarsi la vita per la missione di Dio, nell’andare e venire dell’alveare.


Ecco alcuni appuntamenti di dicembre

1 Sab S. ANSANO

Ore 08,00 – gruppo mariano

2 Dom I D’AVVENTO Inizio AVVENTO

3 Lun S. FRANCESCO SAVERIO

4 Mar S. BARBARA, S. GIOVANNI DAM.

Ore 20,30 – Preghiera di natale Unità Pastorale al sermig

5 Mer S. GIULIO M.

6 Gio S. NICOLA VESCOVO

7 Ven S. AMBROGIO VESCOVO

Ore 20,30 -Concerto di natale a favore dei poveri del quartiere

8 Sab IMMACOLATA CONCEZIONE

Messe come domenica; 09, 10,30, 18,00.

Inizio Ritiro parrocchiale giovanissimi

9 Dom II D’AVVENTO S. SIRO

fine ritiro parrocchiale giovanissimi

10 Lun N.S. DI LORETO

11 Mar S. DAMASO PAPA

Ore 17 – Confessioni ragazzi e genitori della 1° comunione

12 Mer S. GIOVANNA F.

13 Gio S. LUCIA V. e M.

Ore 17 – Confessioni ragazzi e genitori della cresima

14 Ven S. GIOVANNI DELLA CROCE

Ore 20,30 – incontro sulle opportunità e rischi delle nuove tecnologie

15 Sab S. VALERIANO

Open day scuola materna

Festa di natale oratorio

16 Dom III D’AVVENTO S. ALBINA

Ore 17 – adorazione eucaristica

Pranzo circolo

17 Lun S. LAZZARO

18 Mar S. GRAZIANO VESCOVO

19 Mer S. FAUSTA , S. DARIO

20 Gio S. LIBERATO MARTIRE

21 Ven S. PIETRO CANISIO

22 Sab S. FRANCESCA CABRINI

Ore 19 – preparazione battesimi

23 Dom IV Di AVVENTO

Ore 11,45 e 16 – battesimi

24 Lun S. DELFINO

Ore 23:00 – messa di vigilia di natale

25 Mar NATALE DEL SIGNORE

Messe come domenica: 09:00, 10:30, 18:00

26 Mer S. STEFANO PROTOM.

27 Gio S. GIOVANNI APOSTOLO ED EVANGELISTA

28 Ven SS. INNOCENTI MARTIRI

29 Sab S. TOMMASO BECKET

30 Dom SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, GIUSEPPE E MARIA

31 Lun S. SILVESTRO PAPA


“Il Natale di solito è una festa rumorosa: ci farebbe bene un po’ di silenzio per ascoltare la voce dell’ Amore. Natale sei tu, quando decidi di nascere di nuovo ogni giorno e lasciare entrare Dio nella tua anima. L’ albero di natale sei tu quando resisti vigoroso ai venti e alle difficoltà della vita. Gli addobbi di natale sei tu quando le tue virtù sono i colori che adornano la tua vita. La campana di natale sei tu quando chiami, congreghi e cerchi di unire. Sei anche luce di natale quando illumini con la tua vita il cammino degli altri con la bontà la pazienza l’allegria e la generosità. Gli angeli di natale sei tu quando canti al mondo un messaggio di pace di giustizia e di amore. La stella di natale sei tu quando conduci qualcuno all’incontro con il Signore. Sei anche i re magi quando dai il meglio che hai senza tenere conto a chi lo dai. La musica di natale sei tu quando conquisti l’armonia dentro di te.

Il regalo di natale sei tu quando sei un vero amico e fratello di tutti gli esseri umani.
Gli auguri di Natale sei tu quando perdoni e ristabilisci la pace anche quando soffri. Il cenone di Natale sei tu quando sazi di pane e di speranza il povero che ti sta di fianco.
Tu sei la notte di Natale quando umile e cosciente ricevi nel silenzio della notte il Salvatore del mondo senza rumori ne grandi celebrazioni; tu sei sorriso di confidenza e tenerezza nella pace interiore di un natale perenne che stabilisce il regno dentro di te. Un buon natale a tutti coloro che assomigliano al Natale.”

(Papa Francesco)

CategoriaIn evidenza
Tags
© 2018 Parrocchia Maria Speranza Nostra - Torino
Seguici :